Case Study

Non Performing Loans

Il Cliente aveva la necessità di adeguare la versione del package per la gestione dei Non Performing Loans. A seguito della valutazione tra le opzioni make (realizzare un applicativo custom) oppure buy (acquisto di un package già pronto) la scelta è ricaduta per la prima delle due.

Richiesta

A fronte di una macroanalisi da lui predisposta, il Cliente ci ha chiesto di implementare una soluzione per la gestione del ciclo di vita dei Non Performing Loans.
Il Cliente aveva diversi obiettivi da raggiungere con questa operazione.

  1. gestire il ciclo di vita dei Non Performing Loans
  2. razionalizzare e ottimizzare le soluzioni software di gestione dei NPL, dismettendo 2 applicativi
  3. consentire agli utenti di concentrarsi sull’analisi dei dati, automatizzando le operazioni contabili

Il Cliente si è rivolto a noi poiché aveva la necessità di un fornitore con esperienza sugli ambiti applicativi della gestione del credito bancario.

icona-richiesta
icona-soluzione

Soluzione

La soluzione è stata realizzata secondo gli standard architetturali del Cliente: la componente frontend web based (JSF/Java), la business logic e il batch layer in Cobol/CICS/ DB2 comprensiva della migrazione dei dati e dismissione dell’applicazione in essere al momento.

La soluzione realizzata comprende la gestione completa del ciclo di vita di una posizione a Sofferenza consentendo di espletare tutte le attività di gestione del back-office quali: apertura e chiusura delle posizioni a sofferenza e dei loro rapporti, gestione della movimentazione di carico e scarico, variazione del “dubbio esito”, gestione delle delibere, gestione dello scadenzario, gestione dei tassi di mora, gestione delle azioni legali.
La componente frontend è stata integrata con l’applicativo Anagrafe, con Fidi e Garanzie per l’evidenza della Scheda Fidi e delle Garanzie in essere, con l’applicativo Immobili per le evidenze riferite a rapporti di natura ipotecaria.
Quanto realizzato si integra inoltre con la Contabilità Generale e per la componente segnalazioni vigilanza per PUMA e segnalazione sofferenze per Banca d’Italia.
Non solo. E’ garantita l’integrazione anche con il sistema documentale online, fornisce flussi batch informativi di reporting per gli utenti e il DWH.
Siamo riusciti a creare un sistema in grado di gestire le società veicolo consentendo operazioni di cartolarizzazione e scartolarizzazione e questo ha consentito al Cliente di avere evidenza specifica dei rapporti cartolarizzati.

Benefici

I benefici portati al Cliente da questa soluzione sono davvero molti, soprattutto se si analizza il lato utente, perché:

  • Grazie a quanto realizzato, gli utenti possono disporre di un riscontro immediato rispetto qualsiasi variazione apportata nel sistema e questo consente loro di effettuare un drill-down sui dati a partire dal livello Istituto passando alla Posizione Cliente fino al singolo Rapporto sia contabile che del dubbio esito
  • La soluzione si caratterizza per grande flessibilità che consente agli utenti di segmentare il portafoglio di gestione secondo varie viste (lotti) ed analizzarne i dati aggregati
  • L’integrazione con i partitari Fidi e Garanzie ed Immobili permette all’utente di avere una vista completa della Posizione Cliente senza dover navigare le funzioni specifiche di tali applicazioni: così può ottenere una visione completa ed immediata in fase di lavorazione delle posizioni
  • L’integrazione con il sistema di profilazione e sicurezza, fa in modo che gli utenti possano fruire di abilitazione specifiche in base alla mansione svolta (gestore, responsabile di nucleo, ecc..); ciò rende efficiente ed efficace l’operatività
  • Razionalizzazione degli applicativi, migliore workflow e aumento della usabilità utente
icona-benefici

Progetti Custom

Realizzazioni di applicativi software personalizzati sulle esigenze del Cliente.

Approfondisci